Iscriviti alla newsletter! Ricevi 2 codici per risparmiare 5€ sulla prima PPBox e 3€ sul primo acquisto nel PPStore! (valido fino al 30/06/2019)

Più tempo per te, più tempo con il tuo bambino

Visita il nostro sito!
< Torna al blog
29 Gennaio 2019 Il team di ProntoPannolino Dalla redazione

Bonus asilo nido fino a 1.500 euro nel 2019: ecco chi può richiederlo e come fare domanda

bonus asilo nido 2019 sito inps

Con la Legge di Bilancio il Governo mette a disposizione anche per il 2019 il cosiddetto “Bonus Asilo Nido”, un contributo utile ad abbattere il peso della retta a carico delle famiglie.

La novità più rilevante rispetto agli anni precedenti è rappresentata dall’aumento del limite massimo del rimborso, che è stato portato a 1.500 euro (contro i 1.000 euro previsti fino al 2018).

In realtà, come in passato, il bonus per l’asilo nido 2019 viene erogato a cadenza mensile e solo per i mesi di effettiva frequenza del bambino, fino a un massimo di 11.

Il bonus nido non può eccedere l’ammontare effettivo della retta mensile, e comunque non può superare la soglia dei 136,37 € al mese (136,37 € x 11 mensilità = 1.500,07 €)

Facciamo un paio di esempi per chiarezza:

  • una famiglia che paga una retta mensile di 100 € può ottenere il bonus asilo nido solo per 100 € al mese, per ogni mese di effettiva frequenza;
  • una famiglia che paga una retta di 200 € ha diritto a un bonus di 136,37 €

Chi ha diritto al bonus nido 2019?

La domanda può essere presentata – entro e non oltre il 31 dicembre 2019 – da tutti quei genitori che hanno un bambino nato o adottato dal 1° gennaio 2016.

I genitori devono avere la residenza in Italia e uno dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana
  • Cittadinanza di uno dei Paesi UE
  • Permesso di soggiorno UE per i soggiornanti di lungo periodo
  • Carta di soggiorno per familiari extracomunitari di Cittadini UE
  • Carta di soggiorno permanente per familiari che non hanno la Cittadinanza UE

Per accedere al bonus nido il bambino deve frequentare l’asilo nido. E’ indifferente che si tratti di una struttura pubblica oppure privata.

Sono ammessi al beneficio anche i (genitori dei) bambini che frequentano i cosiddetti “asilo nido primavera”: l’importante, in ogni caso, è che la scuola sia in possesso dei requisiti necessari per Legge.

Il bonus asilo nido 2019 viene concesso indipendentemente dal reddito della famiglia.

Il Governo ha messo a disposizione 300 milioni di euro per questa misura e INPS ha comunicato che, se si dovesse superare questo limite di spesa, le domande eccedenti non saranno considerate. A stabilire la graduatoria per l’assegnazione del contributo è l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Facendo un calcolo indicativo si può dire che possono beneficiare del bonus nido fino a 200.000 famiglie, mentre i nati dal 2016 a oggi sono circa 1,5 milioni.

Come (e dove) fare la domanda per il bonus nido?

Per richiedere il bonus asilo nido 2019 è necessario anzitutto presentare una domanda con:

  • un documento che dimostra almeno il pagamento della retta relativa al primo mese di frequenza
  • oppure un attestato di iscrizione o inserimento in graduatoria del bambino (vale per gli asili pubblici che prevedono il pagamento posticipato della retta)

La domanda dovrà essere inoltrata all’INPS attraverso una di queste modalità:

Una volta presentata questa domanda, INPS comunica al genitore se ha diritto (o meno) al bonus asilo nido per l’anno 2019.

Come detto in precedenza, però, il bonus nido è un contributo che viene erogato su base mensile, quindi per ogni mese di frequenza dell’asilo nido, e comunque entro e non oltre il 30 gennaio 2020, è necessario inviare la documentazione che dimostra il pagamento della retta mensile.

La documentazione deve contenere:

  • Denominazione e Partita IVA dell’asilo nido
  • Codice fiscale del minore
  • Indicazione del mese dell’iscrizione
  • Una ricevuta di pagamento, che può essere
    • ricevuta,
    • fattura quietanzata,
    • bollettino bancario o postale
  • Il nome del genitore che sostiene il pagamento della retta

Come viene pagato il bonus asilo nido ai genitori?

Il bonus asilo nido 2019 può essere accreditato, a seconda della scelta del genitore, con:

  • bonifico domiciliato
  • accredito su conto corrente bancario o postale
  • libretto postale
  • carta prepagata con IBAN.

Queste sono le linee guida generali del bonus asilo nido 2019, suscettibili comunque di aggiornamenti e aggiustamenti “in corsa”. Per tutti i chiarimenti del caso vi consigliamo di visitare la sezione dedicata del sito INPS o di contattare la sede territoriale più vicina.

Hai trovato utile questo articolo? Vuoi scoprire altri approfondimenti sui temi più importanti legati a gravidanza, maternità e prima infanzia e ricevere periodicamente le ultime novità dal nostro blog?

Iscriviti alla newsletter, conviene!

Etichettato con: bonus asilo nido 2019, bonus nido 2019, domanda bonus asilo nido 2019, importo bonus nido 2019, requisiti bonus nido 2019, richiesta bonus nido 2019
Il team di ProntoPannolino

Siamo la squadra di ProntoPannolino, pronti ad aiutare tutti i neogenitori e molto altro ;) Scopri i nostri pannolini PPDry e gli altri prodotti che puoi ricevere dove desideri con pochi click: se vuoi metterci alla prova, ordina subito la PPBag grazie alla quale potrai toccare con mano la qualità del Made in Italy firmata ProntoPannolino!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito prontopannolino.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti
< Torna al blog