Iscriviti alla newsletter! Subito per te 7€ sul primo acquisto nel PPStore! (valido fino al 31/07/2020)

Più tempo per te, più tempo con il tuo bambino

Visita il nostro sito!
< Torna al blog
7 Gennaio 2020 Il team di ProntoPannolino Bonus fiscali

Bonus Asilo Nido 2020: cos’è, a quanto ammonta, come si richiede e tutto quello che c’è da sapere!

Tra i vari aiuti che i neogenitori possono richiedere allo Stato per far fronte alle spese da sostenere nei primi anni di vita del proprio figlio anche nel 2020 c’è il Bonus Asilo Nido.

Da quando è in vigore questo aiuto le regole e i requisiti per richiederlo sono rimasti sempre praticamente invariati e abbiamo ragione di credere che anche per il 2020 non ci saranno grandi cambiamenti (tranne per l’ammontare del Bonus, e ne parliamo nel dettaglio poco più avanti).

Tuttavia non possiamo assicurare che le regole siano esattamente identiche a quelle del 2019 su cui ci siamo basati per scrivere questo post: sarà infatti necessario attendere la circolare ufficiale dell’INPS per avere le informazioni aggiornate per l’anno 2020.

Con le informazioni che abbiamo a disposizione ad oggi (e in attesa di futuri aggiornamenti) vediamo cos’è il Bonus Asilo Nido, chi ne ha diritto, a quanto ammonta e come richiederlo!

Cos’è il Bonus Asilo Nido 2020?

Questo bonus è un aiuto economico per far fronte al pagamento della retta dell’asilo nido (pubblico o privato e degli asili nido primavera accreditati) per bambini da 0 a 3 anni, nati o adottati dal 1° gennaio 2017.

Viene anche erogato nel caso di assistenza domiciliare – sempre per bimbi da 0 a 3 anni nati o adottati dal 1° gennaio 2017 – nel caso in cui questi siano impossibilitati a frequentare il nido a causa di gravi patologie croniche.

A quanto ammonta il Bonus Asilo Nido 2020?

Una delle novità del 2020 è che l’importo del Bonus Asilo Nido 2020 sarà ancora disponibile per tutte le famiglie, ma con importi diversi a seconda del reddito ISEE secondo i seguenti scaglioni:

  • chi ha un reddito ISEE sopra i 40.000 euro annui riceve un bonus di massimo 1.500 euro
  • chi ha un reddito ISEE tra i 25.000 e i 40.000 euro annui riceve un bonus di massimo 2.500 euro
  • chi ha un reddito ISEE inferiore a 25.000 euro annui riceve un bonus di massimo 3.000 euro

Indipendentemente dall’importo del Bonus, questa agevolazione viene distribuita su 11 mensilità e l’importo del Bonus Asilo Nido non può essere più alto della retta pagata: se paghiamo 120 € di retta del nido, il bonus sarà massimo di quell’importo anche nel caso in cui si dovesse avere diritto a cifre superiori.

E’ anche importante sapere che il Bonus viene erogato su base mensile e solo per i mesi di effettiva frequenza del bambino.

Chi, per esempio, ha diritto a un Bonus di 3.000 euro in realtà potrà ricevere fino a un massimo di 272,72 euro al mese (ossia 3.000 euro / 11 mesi). Se, però, il bambino frequentasse il nido solo per 8 mesi, la famiglia riceverebbe un Bonus totale di 2.181 € (ossia 272,72€ * 11 mesi) anziché tutti i 3.000 euro a cui potrebbe avere diritto.

Analogamente lo stesso discorso vale per gli altri scaglioni ISEE, riparametrato sulla base dei diversi contributi.

Chi può richiedere il Bonus Asilo Nido 2020?

Lo possono richiedere tutti i genitori dei bambini da 0 a 3 anni nati o adottati dall’1 gennaio 2017 (una sola richiesta per figlio, non lo possono richiedere entrambi i genitori per lo stesso figlio) indipendentemente dal reddito del nucleo familiare.

Ogni anno viene definito un budget totale che lo Stato Italiano destina a questo bonus: una volta finiti i fondi a disposizione il Bonus Asilo Nido non potrà più essere erogato quindi il criterio per riceverlo è l’ordine di presentazione della domanda online (prima viene presentata, più possibilità abbiamo che ci siano ancora fondi disponibili e che quindi venga accettata).

Chi richiede il Bonus Asilo Nido 2020 deve anche avere i seguenti requisiti al momento della presentazione della domanda:

  • cittadinanza italiana
  • cittadinanza UE
  • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo
  • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea; (art. 10, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30)
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea (art. 17, d.lgs. 30/2007)
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria
  • residenza in Italia
  • relativamente al contributo asilo nido, il genitore richiedente deve essere il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta
    relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune

In caso di adozioni o affidamenti preadottivi verrà presa in considerazione la data più favorevole tra il provvedimento di adozione e la data di ingresso in famiglia del minore, purchè successivo al 1° gennaio 2017.

Come viene accreditato il Bonus Asilo Nido 2020?

L’INPS permette di scegliere tra diverse modalità di accredito:

  • bonifico domiciliato
  • accredito su conto corrente bancario
  • accredito su conto corrente postale
  • accredito su libretto postale
  • accredito su carta prepagata con IBAN

Se si sceglie l’opzione di accredito su conto con IBAN è necessario presentare anche il modello SR163, a meno che tale modello non sia stato già presentato all’INPS in occasione di altre domande.

Quando il Bonus Asilo Nido 2020 non si può percepire?

Il Bonus Asilo Nido non è cumulabile con le detrazioni fiscali per la frequenza dell’asilo nido (riduzione Irpef del 19% indicando gli importi delle rette pagate nel modello 730/2019) a prescindere dal numero di mensilità percepite.

Non può essere fruito inoltre nelle mensilità che coincidono con quelle di fruizione del cosiddetto Bonus Infanzia che però non esiste più dal 2018.

Quando l’erogazione del Bonus Asilo Nido 2020 viene interrotta?

Chi richiede il Bonus Asilo Nido deve confermare, quando allega la ricevuta di ogni mensilità, che i requisiti dichiarati al momento della domanda sono rimasti invariati.

L’erogazione del bonus decade in caso di perdita di uno dei requisiti di legge o di provvedimento negativo del giudice che determina il venir meno dell’affidamento preadottivo.

L’INPS interrompe l’erogazione del bonus a partire dal mese successivo all’effettiva conoscenza di uno dei seguenti eventi che determinano decadenza:

  • perdita della cittadinanza
  • decesso del genitore richiedente
  • decadenza dall’esercizio della responsabilità genitoriale
  • affidamento esclusivo del minore al genitore che non ha presentato la domanda

La decadenza delle condizioni di un richiedente non impedisce il subentrare di un richiedente diverso se anche quest’ultimo presenta tutti i requisiti richiesti dalla legge; i termini previsti per il subentro sono fissati improrogabilmente entro 90 giorni dal verificarsi di una delle cause di decadenza di cui abbiamo parlato in precedenza.

Cos’è il Bonus per le forme di supporto presso la propria abitazione?

Si tratta di un aiuto destinato ai genitori di bambini che a causa di patologie gravi e croniche non possono mandare il bambino all’asilo nido.

Anche in questo caso il bonus ammonta a 1.500 € / 2.500 € /3.000 € (a seconda del reddito ISEE) ma vengono erogati in un’unica soluzione, non mensilmente.

Per poter usufruire di questo bonus sono necessari i seguenti requisiti:

  • il genitore che lo richiede deve convivere con il bambino
  • ottenere dal proprio pediatra un certificato che attesti per l’intero anno di riferimento “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”

Come inoltrare la domanda per il Bonus Asilo Nido?

La domanda deve essere mandata per via telematica dal sito dell’INPS; se chi fa la domanda vuole usufruire del Bonus Asilo nido per più figli dovrà presentare una domanda per ogni figlio.

In alternativa la domanda si può fare attraverso:

  • contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile
  • enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi

Quando si inoltra la domanda è necessario specificare se si vuole ricevere il Bonus per:

  • pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati (“Contributo asilo nido”)
  • introduzione di forme assistenza domiciliare a favore dei bambini, di età inferiore a tre anni, affetti da gravi patologie croniche (“Contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione”).

Per “asili nido privati autorizzati” si intendono le strutture che abbiano ottenuto l’autorizzazione all’apertura e al funzionamento da parte dell’ente locale competente.

Cosa bisogna allegare insieme alla domanda per il Bonus Asilo Nido 2020?

Ogni mese è necessario allegare la documentazione di avvenuto pagamento che deve indicare:

  • la denominazione e la partita IVA dell’asilo nido
  • il codice fiscale del minore
  • il mese di riferimento
  • gli estremi del pagamento o la quietanza di pagament
  • il nominativo del genitore che sostiene l’onere della retta

Quando si può presentare la domanda per il Bonus Asilo Nido 2020?

Le date limite per richiedere il Bonus Asilo Nido 2020 non sono ancora state definite; verranno comunicate nella pagina del Bonus sul sito dell’INPS, dalla quale è anche possibile inoltrare la domanda.

A questo stesso indirizzo, inoltre, verranno pubblicate le informazioni specifiche per il 2020!

Hai trovato utile questo articolo? Vuoi scoprire altri approfondimenti sui temi più importanti legati a gravidanza, maternità e prima infanzia e ricevere periodicamente le ultime novità dal nostro blog?

Iscriviti alla newsletter, conviene!

Etichettato con: bonus asilo nido, bonus asilo nido 2020
Il team di ProntoPannolino

Siamo la squadra di ProntoPannolino, pronti ad aiutare tutti i neogenitori e molto altro ;) Scopri i nostri pannolini PPDry e gli altri prodotti che puoi ricevere dove desideri con pochi click: se vuoi metterci alla prova, ordina subito la PPBag grazie alla quale potrai toccare con mano la qualità del Made in Italy firmata ProntoPannolino! Promo febbraio 2020: acquista un dispositivo anti abbandono Tippy Smart Pad e e scegli un prodotto extra in regalo! !

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito prontopannolino.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti
< Torna al blog