Iscriviti alla newsletter! Ricevi 2 codici per risparmiare 5€ sulla prima PPBox e 3€ sul primo acquisto nel PPStore! (valido fino al 28/02/2019)

Più tempo per te, più tempo con il tuo bambino

Visita il nostro sito!
< Torna al blog
19 Dicembre 2018 Il team di ProntoPannolino Primi mesi

Guida alla pupù dei neonati: ecco cosa aspettarsi nei primi mesi di vita dei lattanti!

cacca-neonati

Avere il primo figlio è un’esperienza straordinaria che non solo cambia la vita ma permette anche di imparare moltissimo sulla fisiologia dei neonati: sono tanti i genitori che si sorprendono nel vedere quante volte il loro bimbo può chiedere il seno in un giorno (a volte anche ogni ora!) o quanto dorme nelle prime settimane.

Un altro fattore che prende alla sprovvista tante mamme e papà è una cosa apparentemente banale: la popò dei bimbi. Nelle prime settimane di vita i piccoli possono scaricarsi anche diverse volte al giorno, in più le feci cambiano a seconda della loro alimentazione (latte materno o artificiale).

Inoltre controllare la cacca dei neonati può dare indicazioni sul loro stato di salute quindi, nei primi mesi di vita, tenere sotto controllo il pannolino può essere provvidenziale: ecco cosa aspettarsi!

Meconio

Si tratta delle prime feci del neonato composte dal materiale ingerito dal piccolo durante i nove mesi di gestazione: cellule epiteliali intestinali, muco, liquido amniotico, acqua e lanugo (la peluria che ricopre il feto).

E’ di colore nero/verdastro e la sua consistenza appare densa e appiccicosa, ma è anche inodore.

Di solito il meconio viene espulso nelle 24 ore successive alla nascita e la sua presenza è un indice importante dello stato di salute del neonato: se il meconio infatti non dovesse essere espulso potrebbe esserci qualche problema che andrebbe approfondito.

Feci di transizione

Appaiono da 2 a 4 giorni dopo la nascita; il loro colore è verdastro e sono decisamente meno appiccicose del meconio. Si chiamano di transizione perché in questi giorni il piccolo comincia a digerire il colostro, il latte materno (o quello artificiale), quindi il suo apparato digerente si mette in marcia ed inizia a funzionare correttamente.

Feci neonato allattamento al seno

Quando l’allattamento al seno è avviato e il piccolo poppa con regolarità le feci sono liquide di colore giallo ocra; possono essere presenti dei pezzettini bianchi semisolidi che non devono preoccupare poiché si tratta di caseina (proteina presente nel latte).

Talvolta il colore e la consistenza possono variare leggermente (quindi tendere al verdognolo e avere una consistenza un po’ più densa), ma è del tutto normale: ricordiamoci che la pupù dei neonati allattati al seno può cambiare a seconda di ciò che mangia la mamma!

Quante volte fa la pupù un bambino allattato al seno? Può arrivare a scaricarsi oltre sei volte al giorno, e spesso i movimenti intestinali arrivano subito dopo la poppata.

Queste scariche così frequenti di solito si verificano fino ai due mesi di vita circa, da quel momento in poi – nonostante l’allattamento continui ad essere esclusivamente al seno – la frequenza tende a diminuire e i piccoli potrebbero arrivare a fare popò anche solo una volta al giorno.

Feci neonato allattamento al biberon

Il latte artificiale è differente dal latte materno e viene processato diversamente dal sistema digerente del bambino: di solite le feci dei piccoli che si alimentano di latte in formula sono di consistenza più pastosa e il colore tende al marrone.

Quante volte fa la cacca un bambino allattato al biberon? Anche qui dipende dai casi, ma di certo ha scariche meno frequenti rispetto a un bimbo allattato al seno.

Feci nere neonato

Le feci nere sono tipiche dei soggetti che assumono integratori di ferro: quindi se il nostro bimbo sta prendendo il ferro è normale che la sua popò sia di colore scuro.

Se invece le feci sono nere e non sta prendendo il ferro bisogna chiedere il parere del pediatra poiché potrebbe trattarsi di sangue digerito.

Feci con muco neonati

Può accadere se il nostro bimbo è raffreddato e, non essendo capace di soffiarsi il naso, ingerisce il catarro che poi va a finire nel pannolino; può succedere anche se il piccolo è in un periodo in cui produce molta saliva (e quindi sbava molto) perché la saliva può essere accompagnata da muco.

Se nessuna di queste due condizioni dovesse essere presente però è meglio sentire il parere del pediatra, soprattutto se la popò col muco è accompagnata anche altri sintomi: potrebbe trattarsi di un’infezione o un’allergia.

Feci con sangue neonati

Non sempre la presenza di sangue nelle feci dei neonati deve allarmare.

Se vediamo delle macchioline nere dovrebbe trattarsi di sangue digerito e spesso accade quando la mamma ha le ragadi e quindi il piccolo, oltre al latte, ingerisce anche una minima quantità di sangue materno (che non è dannosa per il bambino).

Se il nostro bimbo fa fatica a fare la popò, invece, potrebbero essere presenti delle striature di sangue brillante e probabilmente si tratta di una ferita all’ano causata dallo sforzo o da piccole emorroidi (sì, anche i neonati possono averle!).

Il sangue nelle feci dei neonati deve invece preoccupare nei seguenti casi:

  • se c’è molto sangue vivo, potrebbe essere un’allergia alle proteine del latte
  • se il sangue è accompagnato da diarrea, potrebbe essere un’infezione
  • se le feci sono nere e spesse (e il piccolo non sta prendendo integratori di ferro): potrebbe essere melena, ovvero sangue digerito
  • se le feci sono composte quasi interamente da sangue, potremmo essere davanti a un grave problema intestinale

Come sapere se un neonato è stitico?

Con i piccoli nei primi mesi di vita, soprattutto se allattati esclusivamente al seno, non è tanto importante controllare la quantità di scariche al giorno: se un bimbo non fa la cacca tutti i giorni ma quando la fa non si sforza e la consistenza è quella giusta, allora non dobbiamo preoccuparci poiché il bimbo non è stitico.

Se invece un bimbo fa la cacca tutti i giorni ma con grande fatica e le feci sono molto dure allora potrebbe essere stitico; il miglior lassativo rimane il latte materno ma, se anche questo non dovesse essere abbastanza o se il nostro bimbo prendesse solo latte artificiale, dobbiamo chiedere il parere del pediatra.

Come riconoscere la diarrea dei neonati?

Se la pupù dei neonati è liquida, come capire se hanno la diarrea?

Di solito la diarrea dei neonati appare prevalentemente acquosa e tende a fuoriuscire dal pannolino; inoltre il piccolo potrebbe avere anche altri sintomi di malessere.

Se il nostro bimbo dovesse avere la diarrea dobbiamo sentire il parere del pediatra ed assicurarci di fargli assumere abbastanza liquidi (se è allattato al seno possiamo attaccarlo ancora più di frequente).

In conclusione

Non ci stancheremo mai di ripetere che ogni bambino è a sé e non è detto che ciò che rappresenta la normalità per un bimbo lo sia anche per un altro.

In questo approfondimento abbiamo dato diverse indicazioni su ciò che è normale aspettarsi nei primi mesi di vita di un bebè ma non ci sono regole precise e la miglior maniera di capire ciò che è normale per nostro figlio è conoscerlo con il passare dei giorni e delle settimane.

L’importante è che se dovessimo notare qualcosa nelle feci del bambino che ci sembra preoccupante dobbiamo farlo subito presente al pediatra: sarà lui a dirci se si tratta di fenomeno del tutto normali che dobbiamo quindi aspettarci anche in futuro o se, invece, ci dovesse essere qualche problema.

Hai trovato utile questo articolo? Vuoi scoprire altri approfondimenti sui temi più importanti legati a gravidanza, maternità e prima infanzia e ricevere periodicamente le ultime novità dal nostro blog?

Iscriviti alla newsletter

Etichettato con: cacca neonato, cacca neonato latte materno, feci neonato, pupù neonato allattamento al seno, pupù neonato biberon, pupù neonato latte artificiale
Il team di ProntoPannolino

Siamo la squadra di ProntoPannolino, pronti ad aiutare tutti i neogenitori e molto altro ;) Scopri i nostri pannolini PPDry e gli altri prodotti che puoi ricevere dove desideri con pochi click: se vuoi metterci alla prova, ordina subito la PPBag grazie alla quale potrai toccare con mano la qualità del Made in Italy firmata ProntoPannolino!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito prontopannolino.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti
< Torna al blog