SIAMO SPIACENTI, PER LA SICUREZZA DEI NOSTRI COLLABORATORI SOSPENDIAMO LE CONSEGNE FINO AL 27 MARZO

Più tempo per te, più tempo con il tuo bambino

Visita il nostro sito!
< Torna al blog
30 Settembre 2015 Il team di ProntoPannolino Alimentazione, Allattamento, Consigli

Allattare al seno: le posizioni per un allattamento comodo per mamma e bimbo

Fonte immagine: http://bit.ly/1YO6uAw

Negli ultimi anni le campagne di sensibilizzazione per l’allattamento al seno stanno aumentando vertiginosamente e, sempre più spesso, quando una neomamma ha un problema legato all’allattamento cerca di trovare una soluzione prima di darsi per vinta e passare al latte artificiale.

Uno dei problemi più frequenti dell’allattamento, specie nelle prime settimane, riguarda le posizioni per allattare e, di conseguenza, il modo in cui il piccolo si attacca al seno; infatti – sebbene le mamme allattino i loro figli dalla notte dei tempi – a volte ci possono essere dei fattori che ostacolano un allattamento sereno.

Uno di questi è la ricerca della posizione più comoda per allattare: non c’è una posizione univoca e ogni mamma (ma anche ogni bambino) ha le sue preferenze. Ci devono però essere delle regole da rispettare sempre e che, se prese sottogamba, possono causare alla mamma fastidi muscolari o – alla peggio – interferire con l’allattamento.

Le mamme devono controllare di avere sempre la schiena sostenuta, di portare il viso del bambino all’altezza del capezzolo senza affaticare braccio e spalla (quindi appoggiando dei cuscini in grembo) e – se possibile – di avere i piedi sollevati (appoggiandoli ad esempio su uno sgabellino).

Per quanto riguarda il bimbo, invece, bisogna mettere la sua pancia contro la propria, in modo tale che non debba girare la testa per arrivare al capezzolo: il piccolo deve avere la testa all’altezza del capezzolo e il naso e la bocca rivolti verso seno, che la mamma deve sostenere per aiutarlo ad attaccarsi evitando che prema sul mento del bambino.

Questi sono gli aspetti da tenere sempre in considerazione, ma le posizioni in cui allattare sono diverse e ognuna ha le sue peculiarità: c’è la posizione tradizionale, quella da sdraiata, quella sottobraccio a “da rugby”…

Per saperne di più sulle posizioni dell’allattamento al seno, vi lasciamo con le informazioni de La Leche League, l’organizzazione di volontariato internazionale che si occupa di promuovere l’allattamento al seno al seno fornendo anche consulenza alle mamme in difficoltà.

Se avete problemi con l’allattamento, potete contattare una delle consulenti de La Leche League attraverso questa pagina.

Hai trovato utile questo articolo? Vuoi scoprire altri approfondimenti sui temi più importanti legati a gravidanza, maternità e prima infanzia e ricevere periodicamente le ultime novità dal nostro blog?

Iscriviti alla newsletter, conviene!

Etichettato con: allattamento al seno, come allattare al seno, La Leche League, posizioni allattamento al seno
Il team di ProntoPannolino

Siamo la squadra di ProntoPannolino, pronti ad aiutare tutti i neogenitori e molto altro ;) Scopri i nostri pannolini PPDry e gli altri prodotti che puoi ricevere dove desideri con pochi click: se vuoi metterci alla prova, ordina subito la PPBag grazie alla quale potrai toccare con mano la qualità del Made in Italy firmata ProntoPannolino! Promo febbraio 2020: acquista un dispositivo anti abbandono Tippy Smart Pad e e scegli un prodotto extra in regalo! !

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito prontopannolino.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti
< Torna al blog